Condominio: detrazione fiscale anche ai morosi.

Postato da: area-re il: 19 Mag 2014

I condomini che hanno effetuato lavori di ristrutturazione o di miglioramento dell’efficenza energetica, possono detrarre fiscalmente le spese sostenute.

 

La detrazione spetta a ogni singolo condòmino, anche se le fatture sono intestate al condominio, con il  limite riferito alla sua quota, che gli viene attribuita con le tabelle millesimali e pagate dal condominio al momento della dichiarazione dei redditi. Quindi, se uno dei condomini ha pagato in ritardo la sua quota o è stato moroso, potrà usufruire ugualmente della detrazione fiscale, a condizione che il pagamento delle quote avvenga entro e non oltre il termine ultimo della dichiarazione dei redditi.

 

Per quello che riguarda i condòmini che continuano a non pagare le quote entro il termine fissato, essi non potranno usufruire dell’agevolazione sulla dichiarazione dei redditi. Nel caso che l’amministratore del condominio, ha comunque versato l’intero importo riferito all’anno in cui sono stati effettuati i lavori, anticipando il pagamento di coloro che risultano morosi, potrà rilasciare le attestazioni per la detrazione fiscale a chi risulta in regola con i pagamenti mentre a chi è in ritardo, l’amministrazione rilascerà l’attestazione all’atto dell’effettivo pagamento.

 

L’Agenzia delle Entrate, tenendo conto che l’amministratore utilizza il fondo cassa per l’anticipo dei pagamenti all’impresa anche se non ha ricevuto il pagamento di tutti i condomini, con la variazione della Legge 220/2012 si procederà diversamente.  Prima di fare opere  di manutenzione straordinaria, chi amministra un condominio dovrà prima accantonare la somma necessaria per il saldo delle fatture e successivamente iniziare i lavori.

 

Nel caso che l’amministratore abbia saldato solo in modo parziale le fatture (si intende sempre entro l’anno fiscale) per colpa di condomini morosi, l’amministrazione deve comunque rilasciare la certificazione a chi ha pagato regolarmente in modo che possano avvantaggiarsi della detrazione.

 

La cosa importante rimane che, i condòmini  che ha pagato tutti i lavori, potranno usufruire dell’agevolazione fiscale anche se non tutti hanno pagato o hanno pagato parzialmente.

Commenta