Serre solari o bioclimatiche

Serre solari o bioclimatiche: copertura degli spazi esterni senza autorizzazione

L’inverno è arrivato. E in molti appartamenti i balconi e i terrazzi vengono sempre più lasciati al loro destino e dimenticati.

 

Le serre solari o bioclimatiche possono essere un’ottima soluzione per dare nuova vita ai terrazzi e ai giardini anche in inverno, e per godersi le belle giornate di sole anche con il freddo, restando in casa propria.

 

Non sarebbe magnifico avere nel terrazzo, balcone o giardino, uno studio, una sala da pranzo, oppure un ambiente dedicato al tuo relax o al divertimento dei bambini utilizzabile in tutte le stagioni dell’anno ed in qualsiasi condizione climatica?

 

Le serre solari o bioclimatiche rappresentano una delle migliori soluzioni dell’edilizia bioclimatica moderna. Possono essere realizzate chiudendo balconi e terrazze oppure direttamente addossate a un muro perimetrale della casa.

 

La serra bioclimatica è molto gradevole da vedere, (immagina di arredarla con rigogliose pianeta sempre verdi o addirittura con salotto e divano) e quindi il suo gradito impatto estetico ne favorisce lo sviluppo su diverse tipologie di edifici.

 

Le serre si possono realizzare nelle abitazioni private, così come in uffici, scuole e negozi. Sono la scelta ideale se si desidera sfruttare uno spazio esterno che altrimenti rimarrebbe inutilizzato nella stagione invernale.

 

Inoltre, il grande vantaggio, è che contribuiscono  al risparmio energetico di un edificio con conseguente riduzione dei consumi e dei costi. Infatti, grazie all’irraggiamento solare,, in inverno, riescono ad accumulare moltissimo calore, mentre, in estate, favoriscono la ventilazione.

 

Possono usufruire di questa possibilità esclusivamente gli immobili che hanno uno spazio esterno con un’esposizione orientata a Sud. Lo stesso principio non può essere applicato per le terrazze orientate a Nord, Est e Ovest. In questi ultimi tre casi infatti le serre non verrebbero colpite dai raggi solari e non svolgerebbero la funzione di accumulo termico incentivato dalla normativa per il risparmio energetico.

 

Per questo spazio aggiuntivo non è richiesta alcuna autorizzazione edilizia ma soltanto una normale comunicazione di inizio lavori. Le serre solari o bioclimatiche rispettano i criteri che favoriscono l’efficienza energetica della casa, quindi la normativa Italiana la considera un vano tecnico, come un vano caldaia o i cavedi per gli impianti, e di conseguenza  non va ad incidere sulla cubatura. Ciò significa che si tratta di un volume aggiuntivo fruibile concesso gratuitamente.

 

Ovviamente una serra con queste caratteristiche deve essere accuratamente progettata, sia da un punto di vista architettonico che bioclimatico, e va contattato un tecnico esperto per l’eventuale preparazione della documentazione di legge (pratica al Genio civile, DIA o permesso di costruire).

 

Vuoi conoscere altri modi per valorizzare un immobile e venderlo in poco tempo ? 

Entra a far parte del nostro Team.

Lavora con noi

Altri hanno letto anche

Commenta