grattacielo in legno più alto del mondo

A Tokyo il grattacielo in legno più alto del mondo sostenibile ed ecologico

Postato da: area-re il: 07 Mar 2018

Un rivoluzionario progetto quello del grattacielo in legno più alto del mondo, ideato dalla la società giapponese  Sumitomo Forestry Co. per festeggiare i suoi 70 anni.

 

Si tratterà di un edificio di ben 350 metri e 70 piani costruito al 90% con legno e derivati che svetterà tra i cieli di Tokyo e sarà pronto nel 2041. C’è un po’ di Italia nel progetto del grattacielo in legno. La struttura riprende anche il principio del Bosco Verticale di cui abbiamo parlato in un precedente articolo.

 

Tra i pro del legno c’è di certo l’aspetto energetico, se si pensa che si consuma circa un quinto di energia per produrre un chilo di legno da costruzione rispetto a un chilo di acciaio. Inoltre è un materiale rinnovabile che, con un po’ di accortezza, può essere riprodotto in tempi utili e nel rispetto ambientale, magari in loco, risparmiando così l’inquinamento del trasporto.

grattacielo in legno più alto del mondo 3

Le ampie masse di legno contribuiscono inoltre all’assorbimento di significative emissioni di CO2. Dal punto di vista sensoriale, il legno nudo offre sensazioni tattili, olfattive e visive naturali, senza necessitare di trattamenti o camuffamenti eccessivi.

 

Si è reso però necessario anche l’utilizzo di strutture in acciaio, al fine di rendere sopportabili le oscillazioni dovute al vento e ai frequenti episodi sismici.

grattacielo in legno piu alto del mondo 2

 

La parte esterna del grattacielo in legno più alto del mondo ospiterà una terrazza che circonderà tutti i quattro lati dell’edifico: il pubblico potrà godersi il sole e l’aria, nonché, la vista di Tokyo. 

 

All’interno, l’abbondanza di legno conferirà all’ambiente un’atmosfera calma e rilassante, lontano dai soliti materiali in metallo e acciaio usati  solitamente per grattacieli di quest’altezza. Il grattacielo torna ad essere luogo da “vivere” oltre che luogo per lavorare.

 

Inoltre, la terrazza sarà ampiamente adornata da vegetazione in un piccolo paradiso della biodiversità. “Changing cities into forest” questo è infatti il claim del progetto. Che sia una città,
lo dimostra il fatto che oltre agli uffici e al balcone verde, il grattacielo ligneo ospiterà hotel e negozi.

 

Ma per ottenere una foresta vera e propria servono anche gli animali. Ed è per questo che finora l’impegno dimostrato, secondo i progetti, sarà quello di mantenere in salute le piante, al fine di ospitare varie specie di uccelli e di insetti, nonché di pollini, che voleranno dall’una all’altra pianta, ripopolando la città.

 

La scelta di utilizzare varietà di piante a rischio, come il cedro e il cipresso, anziché metterle a repentaglio, andrà a regolamentare la riforestazione, favorendone il ricambio e la riconversione di campi ora destinate ad altre colture. I materiali usati verranno poi sostituiti in determinati periodi di tempo, e saranno impiegati in altre strutture, favorendo il riciclo. Alla fine del loro ciclo, saranno utilizzati per creare biomasse.

 

L’obiettivo di Area-re è di contribuire a migliorare la qualità della tua vita affiancandoti e occupandosi di tutto quello
che serve per realizzare la tua ambizione immobiliare.

Area-re vuole che utilizzi il tuo tempo libero per le cose che ti piacciono, alla ricerca o alla vendita della casa ci pensa il tuo Personal Agent.

Commenta