casa del futuro 3d

La casa per il futuro: costruita con stampante 3D e pronta in 24ore

Postato da: area-re il: 14 Mar 2018

Immagina di poter costruire una casa in 24 ore e alla metà del costo.

Questo è il nuovo slogan della società Icon, una nuova startup di Austin, Texas, Usa.

 

 

 

Secondo un rapporto del luglio 2017 del World Resources Institute, 1,2 miliardi di persone nel mondo non hanno una sistemazione adeguata alla propria sussistenza, una casa, un riparo.

 

 

Icon propone una soluzione a questo problema, una nuova tipologia di casa per il futuro: realizzare degli edifici, “creati” da una stampante 3D con tecniche rapide ed economiche.

 

 

Per stampa 3d si intende la realizzazione di oggetti tridimensionali realizzati, strato dopo strato, attraverso una stampante dotata di software appositi.

 

 

 

La startup con sede ad Austin ha progettato un metodo per stampare una costruzione in cemento composta da un singolo piano e di circa 60 metri quadrati. Le operazioni di costruzione hanno una durata dalle 12 alle 24 ore, molto meno rispetto a un edificio convenzionale.

 

 

Secondo i piani della compagnia le prime 100 case verranno costruite entro il 2019 a El Salvador, in America Centrale. Il tutto in collaborazione con un’associazione non profit “New Story”, che si occupa proprio di soluzioni d’abitazione a basso costo.

 

 

Utilizzando la stampante progettata da Icon, chiamata Vulcan, è possibile stampare un’intera casa composta da: un soggiorno, una camera da letto, un bagno e un portico esterno. Il costo per la realizzazione di un’abitazione di questo tipo è di circa 10 mila dollari, ma è prevista una riduzione dei costi fino a 4 mila dollari per unità abitativa. La società sta al momento realizzando i primi test di abitabilità installando sensori per il monitoraggio della qualità dell’aria.

 

Un aspetto sicuramente positivo da considerare è che questi lavori produrranno un quantitativo minimo di rifiuti, riducendo anche il costo delle operazioni di smaltimento a favore di un minor impatto negativo sull’ambiente. 

 

“Potrebbe essere infatti la soluzione per tutti i tipi di case”, anche quelle extraterrestri. Secondo Jason Ballard, uno dei fondatori della startup la tecnologia potrebbe essere portata sullo spazio per creare abitazioni in contesti in cui le tempistiche e la semplicità di produzione rappresentano le sfide maggiori, e al momento non sembrano esserci alternative migliori alla stampa tridimensionale.

 

In questo video puoi vederne la realizzazione:

 

 

L’obiettivo di Area-re è di contribuire a migliorare la qualità della tua vita affiancandoti e occupandosi di tutto quello
che serve per realizzare la tua ambizione immobiliare.

Area-re vuole che utilizzi il tuo tempo libero per le cose che ti piacciono, alla ricerca o alla vendita della casa ci pensa il tuo Personal Agent.

Commenta